Tennis Europe: Roberta Vinci ospite d’onore della Conferenza Stampa di questa mattina…

L’ex azzurra Roberta Vinci è stata l’ospite d’onore della Conferenza Stampa di presentazione della 1^ “Nicolaus Cup” Tennis Europe International allestita questa mattina nel Padiglione 152 della Fiera del Levante di Bari.

Sono stata anche io bambina, ho giocato anche io questi tornei come voi. Non è importate vincere: cercate di prendere il positivo da questa esperienza e di dare sempre il massimo“. Con queste parole la 4 volte campionessa mondiale di Fed Cup e madrina dell’evento, Roberta Vinci, ha salutato tutti i campioni e le campionesse under 12 provenienti da ben 21 nazioni presenti  in sala. “Sono orgogliosa di essere qui a Bari, in Puglia, nella mia terra e di vedere giocare ragazzini da tutto il mondo sui nostri campi” la conclusione della campionessa tarantina.

Siete un esempio importantissimo – ha dichiarato commosso il presidente della Regione PugliaMichele Emiliano -, anche per i grandi“. “Essere seduto accanto a Roberta Vinci, oltre a darmi un’emozione umana straordinaria, mi dà anche modo di riflettere – ha proseguito Emiliano – su quanto sia complicato diventare un campione di tennis. Capisco che, per arrivare dove è arrivata Roberta, occorra una famiglia straordinaria – alludendo evidentemente a mamma Luisa e papà Angelo Vinci, entrambi presenti in sala – dei dirigenti pieni di spirito di sacrificio e capaci anche di consigliare bene questi giovani“.  Questi ragazzi meravigliosi – ha concluso il presidente della Regione Puglia – costituiscono una vera e propria comunità: immagino che si ritrovino in tutti i tornei, che diventino amici, che comincino a parlare le lingue degli altri paesi, che si scambino emozioni e relazioni umane importantissime“.
Grazie allo sport – ha sottolineato l’Assessore al Bilancio e allo Sport per Tutti, Raffaele Piemontese – siamo in grado di far conoscere il nostro territorio, la bellezza della Puglia“. “Bari – come ha detto l’Assessore all’Ambiente e allo Sport del Comune di Bari, Pietro Petruzzelli – può essere la capitale del tennis in Italia. Questo grazie alla professionalità dei maestri, degli atleti e dei circoli baresi e grazie all’entusiasmo nel generare questo torneo con una tale madrina d’eccezione.
Un evento di caratura internazionale che, ospitando “il futuro” del tennis mondiale – come sottolineato dal presidente della New Country Tennis Academy, Giovanni Dell’Edera, e dai consiglieri nazionali F.I.T.(Federazione Italiana Tennis), Donato Calabrese ed Isidoro Alvisi –, “promuoverà il valore paesaggistico, culturale ed enogastronomico del capoluogo pugliese“, in quanto polo turistico d’eccellenza.

Il circuito TENNIS EUROPE INTERNATIONAL – JUNIOR TOUR fa tappa per la prima volta a Bari: il capoluogo pugliese ospita in questi giorni la competizione che ha fatto da trampolino di lancio ad alcuni dei top player del tennis mondiale contemporaneo e non come Martina HingisAndy Murray, Andrea PetkovicNovak Djokovic, Roger Federer,Rafael Nadal e tanti altri. Un successo internazionale che ospiterà i migliori giocatori under 12 provenienti da tutto il mondo e che ha già registrato numeri incredibili: 288 iscritti, 124 ragazze e 164 ragazzi provenienti dall’Australia, Austria, Belgio, Bielorussia, Bulgaria, Egitto, Estonia, Francia, Germania, Gran Bretagna, Israele, Italia, Lituania, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Spagna, Turchia ed Ucraina.

Il Torneo che si concluderà il prossimo 8 dicembre 2018 ed è in corso di svolgimento sui campi della New Tennis Country Academy di Bari, dopo le fasi di pre-qualificazioni e qualificazioni, assegnerà i titoli della prima edizione del Trofeo Nicolaus Cup.

In collaborazione con la FIT – Federazione Italiana Tennis, la manifestazione sportiva è patrocinata dalla Regione Puglia e dal Comune di Bari.
Related Post
KINDER: NEW COUNTRY, L’ACCADEMIA FIRMA SEI FINALI!
KINDER+SPORT: NEW COUNTRY, DOMANI AL VIA UN’EDIZIONE DA RECORD!
SENIOR ACADEMY: NEW COUNTRY IN FESTA PER IL “CHEK TOURNAMENT”!
Le Accademie si incontrano: Giulio Di Meo a Bari con i suoi ragazzi